SNAP Club

acronimo

SNAP deriva dall’omonima parola onomatopeica dei fumetti che indica lo schiocco delle dita. Con questo senso si vuole indicare qualcosa di semplice. SNAP funge in questo caso anche da acronimo di
Sport
Nature
Arts
Project

ossia Progetto di Sport, Natura e Arti. La voce Club indica un luogo di ritrovo nel quale condividere passioni e esperienze.

perché

L’area urbana su cui si trova il distretto scolastico dei comuni di Belforte all’Isauro, Piandimeleto, Lunano e Frontino è classificata area depressa ed è caratterizzata dalla presenza di importanti industrie che offrono lavoro a molte famiglie; spesso entrambi i genitori sono fuori casa anche il pomeriggio.

L’offerta scolastica delle Elementari non propone classi con tempo prolungato e questo crea la necessità di offrire alle famiglie un supporto specie per i ragazzi delle fascia di età tra i 6 e 11 anni. Da qui la volontà di sperimentare una attività aggregativa per minori di “doposcuola” in grado di offrire ai ragazzi attività pomeridiane ricreative, ludiche, sportive e culturali sotto la guida di adulti in grado di offrire ai ragazzi un tempo qualificato e la necessaria sicurezza.

Il progetto prevede una pluralità di azioni tali da poter offrire un ampio ventaglio di proposte ludico/formative in grado anche di coinvolgere i genitori ma anche i “nonni” grazie ad una diversificazione delle azioni, dei luoghi fisici di incontro, della alternanza giornaliera delle attività, dell’affiancamento di tutor a “piccoli gruppi” di minori allo scopo di garantire una efficace svolgimento delle attività da parte dei singoli ragazzi.

La filosofia del progetto è improntata ai motti:

  • “imparo giocando”
  • “non c’è niente che non posso fare”
  • “non mi annoio mai”
  • “non sono mai solo”

allo scopo

  • di scongiurare uno sviluppo dei giovani nell’isolamento personale procurata dall’appartenenza ai social
  • di aumentare la loro autostima e la loro capacità di interagire e di esprimersi
  • di favorire la collaborazione attiva dei singoli agli eventi locali
  • di sviluppare lo spirito di squadra e la solidarietà
  • di avvicinarsi alle problematiche ambientali
  • di sviluppare il senso civico ed il rispetto delle istituzioni
  • di aumentare la consapevolezza della bellezza del territorio e dell’ambiente
  • di avere un approccio personalizzato con attività manuali-artistiche-artigianali

come

Le attività del progetto sono molteplici allo scopo di rispondere ad una pluralità di esigenze, sono diversificate per le varie fasce di età dei minori e realizzate su “piccoli gruppi” per garantire a ciascun partecipante di essere seguito e guidato nel raggiungimento degli specifici obiettivi.

La programmazione delle diverse attività nell’arco delle stagioni risponde alla necessità di guidare i minori attraverso le varie esperienze locali, ambientali e culturali. Le tante attività ludico ricreative svolte all’aperto ed i diversi laboratori, permanenti o temporali previsti nel progetto costituiscono il fulcro della crescita personale e civica dei piccoli cittadini nonché il momento per l’ampliamento delle specifiche conoscenze, occasione per lavorare in gruppo, confrontarsi con diverse generazioni e culture, maturare una propria identità e capacità di scelta.

Le parole chiave del progetto sono:

  • Sostenibilità: l’uso prevalentemente di materiali di riciclo per combattere il consumismo scellerato di materia prime e comprendere che l’ambiente e le fonti energetiche sono esauribili
  • Interdisciplinarietà: i laboratori proposti subiscono le contaminazioni di altri laboratori: per esempio il laboratorio di inglese sarà attivato, in funzione delle fasce di età, come gioco oppure come canzone (con studio e comprensione del testo) come favola oppure come colloquio con studenti dell’Erasmus+ ( di cui risultano attivi altri progetti sul territorio); altro esempio il laboratorio di cucina sarò preceduto dalla ricerca delle materie prime presenti sul territorio (raccolta delle erbe di campo, lavorazione del miele ecc,) dallo studio delle ricette locali o della “nonna” ed infine dalla realizzazione del preparato anche con l’aiuto di un genitore o di un nonno.
  • Intergenerazionalità: diversi laboratori saranno aperti alla partecipazione attiva dei genitori o dei nonni dei minori; oltre al laboratorio di cucina appena citato, saranno aperti i laboratori di proiezione film (sotto le stelle in estate e in adeguato locale in inverno) di ricerca e raccolta erbe e frutti commestibili, di escursioni nei sentieri, fiumi e borghi locali, di partecipazioni agli eventi paesani con i laboratori legati alle feste e sagre locali nonché alle ricorrenze festive principali.

Ogni gruppo accederà in tempi diversi a tutte le attività programmate sotto la guida di personale specializzato. I ragazzi potranno essere accolti dalle ore 14 e sino alle 18. Durante la permanenza allo S.N.A.P. CLUB i ragazzi verranno aiutati nelle attività dei compiti a casa e, in collaborazione con la scuola, potranno beneficiare anche di corsi di recupero scolastico.

Il progetto prevede l’allestimento di laboratori permanenti per la lavorazione del legno, per le attività di economia domestica (cucina), per le sperimentazioni artistiche (pittura, scultura, mosaici ecc.), per le attività informatiche, linguistiche e di studio. Grazie alla collaborazione con la Parrocchia di San Lorenzo, sarà possibile usufruire anche di idonei spazi per le attività di canto, ballo e teatrali. Verranno inoltre proposte attività come il nuoto e l’equitazione.

dove

Verrà data preferenza e precedenza alle attività ludico-sportive-ricreative da svolgersi all’aperto; quando le condizioni climatiche non renderanno agevole e piacevole giocare all’aperto, verranno attivati i laboratori al chiuso. L’associazione “La Ginestra” dispone di locali propri dove effettuare numerosi laboratori di arti manuali, domestiche e di riciclo.

Con la collaborazione attivata con le amministrazioni comunali dei comuni di Belforte all’Isauro, Piandimeleto, Lunano e Frontino e la parrocchia di San Lorenzo il progetto potrà contare della messa a disposizione di ulteriori spazi al chiuso per effettuare tutte le attività pomeridiane previste nel progetto.

Per definizione lo SNAP Club è un “Centro diffuso di aggregazione” perché è prioritaria l’offerta ludico ricreativa rispetto alla sede logistica. Tuttavia le sedi logistiche potranno essere previste in ogni comune purché ciò sia compatibile con le esigenze di sostenibilità del GRUPPO di giovani (omogeneità e numero).

chi

Il progetto SNAP Club è stato ideato dall’Organizzazione di Volontariato “La Ginestra” ONLUS di Belforte all’Isauro in collaborazione con la Cooperativa “Officina Creativa Montefeltro”

cosa

All’interno del Club ai ragazzi saranno proposte attività di vario genere, tra cui:

  • Gioco-Sport
  • Escursioni naturalistiche
  • Laboratori di riciclo
  • Laboratori di cucina e arti domestiche
  • Laboratori del legno
  • Cineforum
  • Inglese
  • Informatica
  • Canto, ballo e teatro
  • Piscina
  • Equitazione

iscrizioni

In questa fase le iscrizioni allo SNAP Club potranno essere eseguite telefonicamente ai numeri di telefono indicati di seguito, di persona presso l’ufficio di Officina Creativa di C.so Giovanni XXIII n. 105 a Piandimeleto, oppure online cliccando nel bottone sottostante.

Si tratta di una forma di adesione. Una volta raccolte le domande (il limite è fissato per il 30/09) saranno organizzati i gruppi in base a richieste ed omogeneità. I genitori degli iscritti saranno poi tutti ricontattati, gli sarà illustrata l’organizzazione dei gruppi e gli sarà quindi richiesta la conferma definitiva dell’adesione.