Pronubìo: dal Montefeltro una nuova apicoltura biologica

Alto Montefeltro, 25 Marzo 2019.

E’ appena iniziata la primavera, e nel Castello di Belforte all’Isauro prende vita l’associazione Pronubìo – rete di apicoltori biologici e biodinamici.

Pronubìo nasce con l’obiettivo di rappresentare e tutelare a livello nazionale gli apicoltori biologici. Non solo, tra gli scopi dell’associazione emerge anche la volontà di definizione di linee guida per circoscrivere il vero miele biologico.

La normativa vigente in materia di apicoltura bio lascia spazio a incertezze, fraintendimenti e lacune che Pronubìo è decisa a colmare, ponendosi da interfaccia principale con gli enti e le istituzioni.

Un’associazione pronta a tutelare gli interessi degli apicoltori biologici, che definisca linee rigide di sostenibilità ambientale nel rispetto delle razze autoctone mancava.

Marco Valentini, presidente dell’associazione, Angelo Dettori, Giovanni Stoppa, Andrea Lilli, Eleonora Noce, Lorenzo Consiglio, Sonia Valentini, Marzia Mercatelli, Maurizio Agostino, sono solo alcuni dei nomi degli apicoltori fondatori della neo-nata associazione che ha scelto come sua dimora Belforte all’Isauro.

Il paese, cuore dell’Alto Montefeltro, da anni è riconosciuto Città del Miele, non solo per l’ affermata qualità del prodotto a livello nazionale ma anche per l’impegno degli apicoltori nella salvaguardia della specie “ligustica” , razza d’ape autoctona.

Le Marche, non poteva che nascere in questa terra Pronubìo, una regione che da anni si fa pioniere della buona agricoltura, di sostenibilità e rispetto del territorio, una regione silenziosa ma lavoratrice, semplice ma con idee visionarie.

Ancora una volta dalle Marche parte un progetto di salvaguardia e tutela non solo dei piccoli apicoltori, ma dell’ambiente, dei territori, dei consumatori stessi e delle api.

Non è impossibile pensare di poter lavorare attraverso metodi diversi e sostenibili in convivenza con la natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *